New Kingsong KS16X

Home Forum KINGSONG New Kingsong KS16X

Questo argomento contiene 12 risposte, ha 8 partecipanti, ed è stato aggiornato da  SilTonda 2 settimane, 1 giorno fa.

Stai vedendo 13 articoli - dal 1 a 13 (di 13 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1256

    Giuseppe – Netmotive
    Amministratore del forum
    #1258

    Davastato
    Partecipante

    Fantastico!!

    #1262

    Marcolino
    Partecipante

    Bellissimo. Non vedo l’ora di provarlo

    #3540

    Kekko
    Partecipante

    Spero di poterlo prendere anche io il prima possibile

    #3565

    Tralella
    Partecipante

    Appena ordinato da Giuseppe di Netmotive

    #3582

    Tralella
    Partecipante

    Confermo ragazzi. Una ruota eccezionale. Unico consiglio tenere la ruota morbida

    #3586

    SilTonda
    Partecipante

    Un saluto a tutti i lettori di questo forum.

    Primi 120km fatti (percorsi pianeggianti all’80%), partendo da carica 100%: autonomia residua ancora 53Km!! Senza parole!

    Provengo da NineBot One S2 che in confronto è un giocattolino, seppur comodo e piacevole.

    Premetto che sono “alle prime armi” col monoruota: ho percorso in tutto circa 600km (di cui 480 con il NBot), dunque vi prego di considerare le mie impressioni personali, seppur riportate con fedeltà, frutto anche della scarsa esperienza e soprattutto del fatto che, in quanto autodidatta (credo come molti lettori di questo forum) e non ho approfondito l’esperienza di guida con utilizzatori esperti.

    Dunque il KS16X rispetto al NBot:

    – risulta particolarmente sensibile alle spaccature dell’asfalto che devo tenere sotto controllo e contrastare per evitare consistenti ondeggiamenti; ciò penso sia dovuto allo spessore della ruota che è 2,125″ per il NBot mentre il 16X è 3,0″, alla differenza di altezza delle pedane che credo amplifichi le oscillazioni di rollio e in parte al peso che è più del doppio (11,4kg il NBot, 24 il 16X). Credo che questa criticità abbia bisogno di un mio perfezionamento nella guida, anche perché al momento mi condiziona particolarmente sulla velocità che riduco non appena scorgo anomalie longitudinali dell’asfalto sulla mia traiettoria. Un altro elemento di sensibilità che mi ha stupito rispetto alla prima ruota è la spinta a deviare nell’attraversamento di pendenze in direzione obliqua rispetto alla pendenza stessa. Col NBot non era percettibile, mentre con il 16X è necessario porvi attenzione e contrastare con spinta sul piede a monte. Dunque dico “chapeau” a chi fa fuoristrada che certamente controlla e non si fa condizionare da questi elementi di fragilità della guida che ancora mi assillano e che spero di ridurre quanto prima.

    – altezza pedane e peso comportano inoltre una manegevolezza ben diversa, ma il paragone delle 2 ruote è inopportuno per il diverso indirizzo di prestazioni e di utilizzo.

    Del KS16X apprezzo:

    – ovviamente come già detto l’autonomia, e la potenza che ti permette di mantenere velocità costante anche su salite importanti;

    – l’ammortizzamento della ruota da 3″ che rende molto confortevole la marcia (non sono ancora in grado di fare fuoristrada se non sentieri a fondo compatto e poco sconnessi), seppur con l’evidenza di cui ho scritto prima;

    – il faro autoregolante molto luminoso e preciso, anche se la prima volta che incroci un’automobile ti prende il panico perché l’autoregolazione spegne il tuo faro per l’alta luminosità dei fari dell’auto stessa, e per qualche decimo di secondo davanti hai il buio. Il faro si riaccende quasi in tempo reale. Probabilmente si può impostare a luce fissa per ovviare la cosa, ma l’autoregolazione mi piace troppo e penso la terrò comunque così;

    – la maniglia trolley a 2 posizioni in altezza, molto utile e comoda;

    – il diffusore audio molto performante (musica in riproduzione da smartphone in Bluetooth), avvisatore acustico a tromba che non passa inosservato e, se li si tiene attivi, gli avvisi vocali programmabili (“please decelerate” etc.);

    – l’ampiezza delle pedane e l’antiscivolo molto efficace per cui ti sembra che le suole delle tue scarpe siano “incollate” alla ruota.

    Concludendo, al momento sono molto soddisfatto dell’acquisto.

    Voglio mettere invece in evidenza un elemento di criticità che non riguarda il 16X in sè ma l’App Kingsong di controllo della ruota:

    è la richiesta, assolutamente ECCESSIVA, di tutti i permessi di accesso allo smartphone per TELEFONO, RUBRICA, FOTO, REGISTRATORE, DIRECTORY DEL CELLULARE, necessari per attivazione  dell’App stessa. Se non consenti tutto, anche una sola delle autorizzazioni BLOCCA L’AVVIO DELL’APP.

    Considero molto grave questa forzatura da parte del produttore dell’App che ha un bel dire che la ruota la puoi usare lo stesso, salvo dare tutti i consensi per modificare i limiti di velocità che diversamente non puoi variare.

    Credo (e un po’ lo spero) che una presa di posizione forte e numerosa degli acquirenti KingSong spinga la casa a modificare questa impostazione rendendo necessarie le autorizzazioni solo a chi ritiene di utilizzare le attività “social” dell’App (e qui ci sarebbe ancora da distinguere e ragionare!).

    Comunque quel che scrivo ha lo scopo di suscitare commenti e utile scambio di opinioni, che credo sia anche lo scopo virtuoso di un forum come questo.

    Grazie per l’attenzione a tutti e a leggervi presto!

    Silvio T.

     

     

    • Questa risposta è stata modificata 1 mese, 2 settimane fa da  SilTonda.
    • Questa risposta è stata modificata 1 mese, 2 settimane fa da  SilTonda.
    • Questa risposta è stata modificata 1 mese, 2 settimane fa da  SilTonda.
    #3595

    Marcolino
    Partecipante

    Wow. Bel commento.

    Siamo tutti a conoscenza di qualche criticità dell’app la purtroppo . Però leruote sono talmente meravigliose che possiamo sorvolare.

    #3602

    paolosv
    Partecipante

    Complimenti bel commento e grazie delle tue sensazioni

    Molto utili

    #3604

    Marcolino
    Partecipante

    Credo che passerò anch’io al 16x

    #3605

    SilTonda
    Partecipante

    Ciao a tutti.

    segnalo impressioni d’uso del KS16X sui primi 500km percorsi, (tra cui salita a Colle delle Finestre [m 2.176 s.l.m.] , salita al Lago Ferrera Moncenisio [m 1.461 s.l.m.] di cui una sotto la pioggia).

    Rispetto al post precedente:

    – ridotto con l’uso il gap di “maneggevolezza” tra il Ninebot One S2 e il 16X il cui peso si faceva (e per certi versi un po’ si fa ancora) sentire …,

    – migliorato molto l’accuratezza di guida sul 16X anche in passaggi delicati (passaggi stretti meno di 1mt. con curve a gomito, vicinanza a bordi di precipizi etc);

    – utilizzato sempre la modalità di guida esperta (ruota più reattiva);

    – ridotto drasticamente, seppur non annullato, lo sfarfallio della ruota dai 23km/h (adesso oltre i 35km/h se per la stanchezza nei percorsi lunghi non scarico il peso su bordi esterni dei piedi, tenuti vicini ai bordi esterni delle pedane;

    – controllo le asperità dell’asfalto parallele alla direzione di marcia, anche se non è possibile diminuire l’attenzione su questo elemento di forte sensibilità della ruota che credo possa essere un poco limitato con opportuna riduzione della pressione della ruota (non ho ancora provato a fare questa verifica e non ho misurato la pressione che percepisco invariata in questi 15 giorni d’uso).

    Ho verificato che:

    – il faro di notte, in modalità automatica, se la velocità è sostenuta, punta parecchio in alto e può infastidire i veicoli provenienti in senso contrario;

    – la ruota ha ottima tenuta su sterrato e su asfalto bagnato;

    – l’App (vers. 3.1.7 su Android 6.0.1) si è piantata 2 volte in momenti in cui era particolarmente utile per controllare autonomia residua e temperature; neanche il reset e riavvio ha potuto risolvere;

    – la batteria va caricata completamente prima di affrontare percorsi prolungati in quanto la durata residua, seppur riporti valori ben superiori al percorso che si è programmato, si riduce notevolmente con salite intense e prolungate e particolarmente in caso di vento contrario (è comprensibile: lo sforzo che deve fare il motore, per il maggior attrito dell’aria, aumenta esponenzialmente col quadrato della velocità).

    Giudizio finale: la ruota è fantastica! molto soddisfatto dell’acquisto che rifarei senza timore di sbagliare.

    Riguardo all’App la ritengo:

    * migliorabile su alcuni aspetti come:

    – il salvataggio dati del percorso in locale (se non condiviso online),

    – salvataggio dati scatola nera che persino Ninebot One S2 consente;

    – previsione di configurazione utente della schermata con scelta e posizionamento delle variabili da visualizzare.

    * assolutamente CENSURABILE sotto il profilo delle richieste di autorizzazione, che non hanno attinenza con l’ottima qualità della ruota.

    Mi fa piacere leggere vostre opinioni.

    Buona strada con le vostre ruote!

    Ciao

    Silvio

     

    #3606

    Ulisse77
    Partecipante

    Ciao Silvio.

    Per l’app usa wheellog

    Comunque Giuseppe di Netmotive ha contagiato anche me e dopo tutte queste recensioni credo che ne prenderò 2 per me 😀

    #3630

    SilTonda
    Partecipante

    Ciao,

    grazie ad Ulisse77 per la segnalazione!

    Ho provato l’App WheelLog e mi piace molto.

    Intanto richiede solo l’autorizzazione alla posizione.

    Poi indica:

    – in alto a sx l’orario corrente, utile a regolarsi sui tempi per rientrare in ufficio / casa (per leggere lo stesso dato sulla barra di sistema mi servono gli occhiali che non uso volentieri sulla ruota);

    – in basso a dx la percorrenza totale della ruota.

    Non mi funziona però la seconda schermata che appare per un istante, appena effettuato il collegamento e poi scompare.

    Ho poi trovato anche EUC World (ispirata a WheelLog), che dispone di interessanti settaggi.

    Ho contattato l’autore Sebastian Łastowski molto disponibile a confrontarsi con gli utenti.

    Anche EUC World mi presenta la seconda schermata vuota ma a differenza di WheelLog non visualizza orario corrente e percorrenza totale.

    Sarà una coincidenza, ma dopo l’istallazione di queste due App terze, l’App originale Kingsong non parte più (neanche a reinstallarla e mi richiede l’invio di un rapporto che contiene una quantità di informazione sui contenuti e settaggi del mio smartphone).

    Ho poi scaricato Terra Map e OsmAnd, 2 diverse app per gestire in locale i file .gpx per tracce e mappe anche in locale (cosa che prediligo), che on-line.

    Due novità di cui sono venuto a conoscenza:

    –  polizza RCT stipulabile con clausola specifica per il monoruota, con validità:

    * sul territorio dei Comuni che non abbiano aderito alla sperimentazione per la “micromobilità elettrica” e

    * anche al di fuori delle aree indicate dal Decreto Min. Trasp. 04/06/2019 n. 229 e,

    * se diverse,  da quelle indicate dalle norme emanate dai Comuni che abbiamo aderito a detta sperimentazione.

    Infine, a quanto mi è stato suggerito da un qualificato istruttore, la ruota KS16X è significativamente meno sensibile alle asperità del manto stradale, in particolare alle giunzioni dell’asfalto direzionate parallelamente alla direzione di marcia, se si adotta uno pneumatico con battistrada a sezione tonda.

    Credo che seguirò a breve questo suggerimento, perché ritengo che la sicurezza per me e verso gli altri sia, per chi usa la ruota, un elemento di prima importanza.

    Ringrazio anticipatamente per le vostre considerazioni.

    S.

     

     

    • Questa risposta è stata modificata 2 settimane, 1 giorno fa da  SilTonda.
Stai vedendo 13 articoli - dal 1 a 13 (di 13 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.