Silvio, dalla Valle di Susa (TO).

Home Forum eWheel – Presentazioni Silvio, dalla Valle di Susa (TO).

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  Davastato 1 mese, 3 settimane fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3584

    SilTonda
    Partecipante

    un saluto a tutti gli iscritti.

    Navigando sul web, a metà luglio 2019 ho visto un’immagine di un monoruota: il mezzo mi ha colpito per la sua essenzialità e l’insieme uomo-ruota per l’eleganza.

    Al 27 luglio è arrivato da Amazon il Ninebot One S2.

    A 56 anni (suonati) e senza particolari doti di coordinamento e senso dell’equilibrio ho imparato a starci su e ripartire in circa sei ore.

    Orgoglio alle stelle!

    Mi hanno aiutato un marciapiede di oltre 600mt lineari con mancorrente ininterrotto alla giusta altezza.

    Per staccarmi dal mancorrente senza ruzzolare ho trovato un utilissimo suggerimento su youtube:

    con una moneta da 1Euro, la sera a piazzale vuoto, ho noleggiato un carrello alla Coop vicino a casa e via a spingerlo in equilibrio sulla ruota.

    Davvero utile per tenere l’equilibrio e spingere nel modo giusto per curvare perchè il carrello cerca di andare dove vuole lui.

    Dopo un’ora di questo esercizio e un po’ di prove ho fatto il mio primo giro da 15 km in strada deserta, tornando fiacco dalla stanchezza.

    In agosto ho fatto 480km arrivando fino a 1.200 mt di altitudine (Susa è a 550mt. slm).

    In questo senso la Valle è un paradiso per i monoruotisti con un sacco di strade fuori mano su cui, viaggiando con criterio e rispetto per gli altri utenti, pedoni, ciclisti ed automobilisti, puoi percorrere chilometri e chilometri in mezzo alla natura.

    Ho così toccato con mano il limite che il Ninebot One S2 ha in questi luoghi: 25-30km di autonomia, nonostante l’autoricarica in discesa sono troppo pochi.

    Così ho ordinato a Netmotive il KS16X. Arrivato il 24/09.

    L’impatto è stato notevole: pedane più alte e peso raddoppiato. Ho dovuto quasi reimparare da capo.

    Ma già la sera avevo percorso 25km. Ieri ne ho fatti 51 e me ne avanzano 81 di autonomia residua.

    Che dire: prima finivo le batterie in 1h. Mi è capitato di allontanarmi eccessivamente fuorimano e telefonare a mia moglie per recuperarmi in auto; adesso posso girare 3 giorni senza patemi!

    Ieri col 16X non riuscivo a superare i 22km/h perché ondeggiava sx/dx.

    Credo di aver risolto (al momento preferisco rimanere su questa velocità) allontanando i piede sx (quel che sento più sicuro) verso l’esterno della pedana e il polpaccio dalla ruota. Appoggio insomma il peso verso l’esterno dei piedi.

    Spero che alcuni spunti da questa mia breve ed iniziale esperienza possano tornare utili a qualcuno che come me, vuole avvicinarsi a questa attività, per me piacevolissima!

    Il mio sogno è che tra 5 anni il monoruota possa sostituire molta parte del trasporto cittadino individuale, riducendo inquinamento (CO2, polveri sottili e anche acustico).

    Salire e scendere pendenze del 14% ascoltando i grilli cantare è una emozione che non ha pari!

    Dunque un saluto e buona strada a tutti!

    Ciao!

    Silvio T.

     

    #3585

    Davastato
    Partecipante

    Grande un ottimo percorso iniziale veloce!!! Come me !!!!

    Questo mezzo è geniale!

    Per quanto riguarda il 16 x che dici sfarfalla (molto strano io lo fatto andare a manetta off road), non è che hai ancora il vecchio firmware? Controlla che sia aggiornato al 1.06.  Mi pare di aver capito che l’ 1.05 non fosse ancora perfetto.

    Se invece non è quello il problema vedrai che presto troverai la tua postura corretta per sfrecciare (ma sii prudente) e usa protezioni adeguate che hai un mezzo che fa i 50 km/h !!!

     

    Comunque ti sei comprato il top delle ruote al momento (a mio parere) bravo!

    #3590

    SilTonda
    Partecipante

    Grazie per la tua risposta!

    Il firmware è aggiornato (1.06 );

    Lo sfarfallio è più evidente:

    – se tengo le ginocchia leggermente piegate per assorbire le asperità del fondo;

    – se sono più stanco dopo percorrenza lunga.

    Dunque credo dipenda da postura: tanto che se tengo gambe distese (come in frenata) e scarico peso all’esterno dei piedi,  lo sfarfallio si attenua/scompare.

    Come ho scritto nel post della sezione New Kingsong KS16X la ruota evidenzia anche le asperità dell’asfalto/marciapiede parallele o incidenti alla direzione di marcia. Su questo credo che, da quanto scrivi hai qualche suggerimento da darmi.

    La prudenza ritengo non sia mai troppa, in particolare non vado senza protezione polsi e caschetto (ne cerco uno integrale per l’inverno, tipo “longboard”)..

    Saluti

    Silvio T.

    #3592

    Davastato
    Partecipante

    A quanto tieni la pressione della gomma? Io l’ho usato con la gomma a 1.5 sembrava sgonfia ma ammortizzava molto bene!

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.